sabato 20 febbraio 2016

LO STRANO CASO DEL DOTTOR AMENDOLA E DEL SIGNOR GIANNINI

Al Pacino e De Niro (di spalle) in una scena del film

Inizio questa serie di post incentrati sulle curiosità, raccontandovi un aneddoto di una decisione che poteva cambiare le sensazioni degli spettatori italiani mentre guardavano Heat, la sfida. Probabilmente il più grande dilemma nella storia del doppiaggio italiano: nel 1995 il regista Michael Mann decide di girare quel film con Al Pacino e Robert De Niro, due attori di un certo calibro, che nella stessa pellicola avrebbero fatto la storia di Hollywood.





E proprio mentre in America sono tutti entusiasti dell'evento, in Italia c'è ancora qualcosa che non va negli studi di registrazione. Il famoso doppiatore Ferruccio Amendola (noto per essere la voce di Sylvester Stallone, Dustin Hoffman ma anche Christopher Lloyd nel ruolo di "Doc" in Ritorno al futuro) sta litigando con il direttore del doppiaggio, perchè aveva sempre doppiato lui stesso gli attori Al Pacino e Robert De Niro, e desiderava a tutti i costi prestare la voce ad entrambi nel medesimo film. Chiaramente gli viene risposto:“Ma se ne accorgeranno che sei sempre tu!”. 

Dopo lunghe discussioni viene presa la decisione che Ferruccio Amendola doppierà solamente De Niro, mentre per Al Pacino viene lasciato tutto nelle mani dell'attore Giancarlo Giannini, celebre per aver già doppiato in precedenza Al Pacino, ma anche Jack Nicholson (dove nel film Shining venne lodato dallo stesso regista Stanley Kubrick).



Clicca sull'immagine per vedere il suo famoso doppiaggio in Shining


Qui potrete trovare la scena del dialogo tra De Niro e Al Pacino nel film Heat, la sfida


Come possiamo intuire il lavoro del doppiatore è sicuramente complesso, e per una grande carriera sono necessari costanza, elasticità mentale e impegno, e proprio per questo, noi spettatori, dovremmo essere grati e stupefatti del grande servizio che queste voci offrono per la cultura italiana, rendendoci conto anche della loro importanza.


Potrete trovare ogni informazione su questi personaggi nella categoria "doppiatori".
Fatemi sapere cosa ne pensate, ci sentiamo con nuove notizie sul mondo del doppiaggio!







4 commenti:

  1. Non mi sembra un grande dramma: agli attori meno famosi vengono continuamente cambiate le voci. E' vero che il pubblico si affeziona a sentire un certo doppiatore, ma quando ci sono problemi di questo genere, secondo me, basta non scegliere una voce drasticamente diversa da quella tradizionale e pochi se ne accorgeranno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio per questo nessuno ha mai parlato di dramma, quanto di dilemma: per Amendola non doveva essere stato semplice attenersi alla decisione finale, e tutto questo mi sembrava un aneddotto piuttosto interessante da raccontare ;) Grazie per l'opinione :)

      Elimina
  2. Secondo me Amendola ci teneva a far vedere che avrebbe saputo impostare la sua voce in modo differente per i due personaggi, che sì ci si sarebbe accorti che era la stessa voce... ma secondo me solo dopo un po'.

    Peccato che non glielo abbiano fatto provare. ;-)
    Scherzo, ma non troppo.

    (Spero non passi a leggere Giannini!)

    RispondiElimina
  3. Sarebbe stato veramente interessante! :D

    RispondiElimina